IL CICLO DELL' AZOTO

Pubblicato il 9 marzo 2023 21:25

Ben ritrovati Amici di Sempre al Verde,

Nell'articolo precedente abbiamo visto cos'è l'azoto,  ma per comprendere al meglio, tutto, nell'insieme, dobbiamo conoscere in partenza questo argomento, se avete domande, scriveteci o commentate. Saremo felicissimi di rispondere.

La chimica :

L'azoto  è un elemento chimico della tavola periodica degli elementi. Classificato con il numero 7.

Detto anche nitrogeno, termine ormai quasi obsoleto.

E' l'elemento più abbondante nell'aria e costituisce gran parte dell'atmosfera terrestre, fa parte di composti come l'ammoniaca e proteine e migrando, scaturisce,  gran parte della vita su questo pianeta.

 

 

 

IL CICLO DELL'AZOTO

 

L'azoto,  l'elemento che compone quasi l'80% della nostra atmosfera e costituisce anche le proteine, che sono fondamentali per i processi vitali sul nostro pianeta.

Il ciclo dell'azoto è un atto che comprende dei processi ripetitivi,  questo elemento (N), migra  attraverso esseri viventi e non viventi quali  l’atmosfera, il suolo, l’acqua, le piante, gli animali e i batteri, che lavorano per decomporre il materiale organico nel suolo.

Che cosa viene decomposto?

Tutto il materiale organico, vegetale o animale,  i batteri demoliscono le proteine e viene prodotto azoto e ammoniaca, una parte verrà liberata nell'atmosfera, un'altra nel terreno.  Anche attraverso le piogge,  il terreno beneficerà dell'ammoniaca presente nell'atmosfera in forma N2 che  verrà trasformata in NH3 successivamente.

 

Le fasi che corrispondono a questo ciclo sono :

 

LA FISSAZIONE : Avviene la conversione dell'azoto in ammoniaca. tramite un processo chiamato nitrogenasi attraverso microrganismi.

LA NITRIFICAZIONE:  consiste nella conversione dell'ammoniaca in nitrito e poi in nitrato, per merito dei batteri nitrificanti

LA DENITRIFICAZIONE : Se la nitrificazione avviene in condizioni aerobiche, la denitrificazione avverrà  nelle condizioni opposte,  il nitrato è convertito in azoto in forma  gassosa che torna nell’atmosfera

L'AMMONIFICAZIONE: che è effettuata da microrganismi presenti nel suolo che scompongono le proteine ​​e gli amminoacidi nella materia vegetale e animale morta. Successivamente altre tipologie di microrganismi ,convertono tutto in nitrato che finalmente può essere assorbito dalle piante.

 

Ci sono casi in cui, non tutto l'azoto viene assorbito dal terreno, come succede molte volte nei terreni alcalini poiché manca lo ione H+ e l'ammoniaca fuoriesce per via gassosa con conseguente perdita dell'elemento, oppure per causa di lisciviazione dei nitrati.

Se la perdita dell'azoto è più veloce della FISSAZIONE si crea uno squilibrio a livello nutrizionale, con piante che ne saranno in carenza.

 

Come può essere introdotto l'azoto nel terreno?

Tramite i fertilizzanti, organici o minerali.

 

Cosa succede se invece c'è troppo azoto?

Un eccesso di ammoniaca è tossico per le piante ed il livello di N, non deve superare il lavoro massimo che i batteri nitrificanti di quel terreno possono sopportare .

 

Sempre Al Verde Team

 

Valutazione: 5 stelle
24 voti

Aggiungi commento

Commenti

Non ci sono ancora commenti.