GUIDA ALLA GESTIONE DELLE ERBE INFESTANTI PER I PRATI DELLA FLORIDA

Pubblicato il 30 gennaio 2024 20:04

J. Bryan Unruh, Laurie E. Trenholm, Erin E. Harlow e Ramon G. Leon

Le erbacce possono essere definite come piante indesiderate o piante che crescono fuori posto. Una corretta identificazione e una certa comprensione di come e perché le erbacce sono presenti in un prato sono importanti quando si seleziona la migliore strategia di controllo. Sapere se le erbacce erano precedentemente presenti in un'area aiuta anche i proprietari di case a preparare misure di controllo in futuro. Il controllo delle infestanti dovrebbe essere un programma attentamente pianificato e coordinato.

TIPI DI ERBACCE

Conoscere l'abitudine di crescita di una pianta è importante quando si sviluppa un efficace programma di gestione delle infestanti.

LATIFOGLIE

Le latifoglie, o piante dicotiledoni, hanno due cotiledoni (foglie del seme) quando il seme dell'erba germina. Le loro foglie vere hanno venature simili a reti e di solito hanno fiori vistosi. Gli esempi includono trifogli, lespedeza, piantaggine, henbit, centauro, prezzemolo della Florida, beggarweed e fiammifero

 

Figura 1. Henbit.
Credito: Erin E. Harlow, UF/IFAS

 

 

GRAMINACEE

Le graminacee sono piante monocotiledoni che hanno un solo cotiledone, o foglia da seme, presente quando le piantine emergono dal terreno. Le graminacee hanno steli cavi e arrotondati con nodi (articolazioni) e nervature parallele nelle loro foglie vere. Ne sono un esempio l'erba granchio, l'erba d'oca, l'erba di corvo, la gramigna annuale, l'erba di alessandro, la gramigna, la torpedograss e la gramigna.

 

Figura 2. Granchio.
Credito: Erin E. Harlow, UF/IFAS

 

 

CARICI/GIUNCHI

I carici hanno steli solidi di forma triangolare, mentre gli steli di giunco sono rotondi e solidi. Sia i carici che i giunchi prediligono un habitat umido. I membri economicamente importanti includono il carice giallo e viola e, in una certa misura, il globo, il Texas, il carice annuale e d'acqua, oltre al sentiero e al giunco del becco e il kyllinga perenne.

Le erbacce sono classificate anche in base ai loro cicli di vita, che è il periodo tra la germinazione dei semi e la morte delle piante.

ANNUALI

Le erbacce annuali completano il loro ciclo di vita in una stagione di crescita. Le annuali estive completano il loro ciclo di vita dalla primavera all'autunno. Le annuali invernali completano il loro ciclo di vita dall'autunno alla primavera. Le erbe annuali estive, come gruppo, sono generalmente le erbacce più fastidiose nel tappeto erboso.

BIENNALI

Le erbacce che completano il loro ciclo di vita in due stagioni di crescita sono chiamate biennali. La maggior parte delle piante biennali mostra solo una crescita vegetativa durante la prima stagione di crescita e la fioritura avviene durante la seconda stagione di crescita.

PIANTE PERENNI

Le erbacce che richiedono tre o più anni per completare il loro ciclo di vita sono considerate perenni.

CORRETTA GESTIONE

Il primo e migliore metodo di controllo delle infestanti inizia con pratiche di gestione adeguate che incoraggiano un tappeto erboso denso e rigoglioso. Un tappeto erboso sano ombreggia il terreno in modo che la luce del sole non possa raggiungere i semi delle erbe infestanti pronti a germogliare. Un tappeto erboso spesso riduce anche al minimo lo spazio fisico disponibile per l'insediamento delle erbacce. Diverse pratiche di gestione promuovono un'erba sana e densa e aiutano a ridurre i costi di controllo delle infestanti mantenendo l'estetica del prato.

CORRETTA SELEZIONE DEL TAPPETO ERBOSO

La prima decisione di gestione è la selezione della migliore specie o varietà di tappeto erboso per il sito. Ad esempio, le aree moderatamente ombreggiate supportano solo poche specie di tappeti erbosi. La coltivazione di bermudagrass o bahiagrass sotto qualsiasi ombra si traduce in un tappeto erboso sottile e debole che è molto suscettibile all'invasione delle erbacce. Le scelte alternative per le condizioni ombreggiate includono alcune cultivar di St. Augustinegrass, zoysiagrass e, in misura minore, millepiedi. È importante notare che nessuna erba si comporta bene in aree molto ombreggiate e dovrebbe essere presa in considerazione un'alternativa al tappeto erboso, come una copertura del terreno.

PRATICHE CULTURALI CORRETTE

Sono necessarie un'adeguata concimazione, irrigazione, falciatura e controllo dei parassiti per produrre un tappeto erboso denso in grado di prevenire l'infestazione da erbe infestanti. Se il tappeto erboso è troppo o poco irrigato, eccessivamente o poco fertilizzato, o falciato troppo in basso o troppo raramente, il tappeto erboso è indebolito e le erbacce si spostano. L'affilatura delle lame del tosaerba può ridurre i danni al tappeto erboso e le possibilità di invasione di erbacce. È molto importante capire che le erbacce non creano un vuoto; riempiono un vuoto.

CONTROLLO DEL TRAFFICO

Il tappeto erboso danneggiato dal traffico pedonale o veicolare invita le erbacce. Il tappeto erboso che cresce in un terreno compattato da un traffico eccessivo, specialmente quando il terreno è saturo d'acqua, non può sviluppare un apparato radicale sano così come può farlo in condizioni di terreno non compattato. L'erba spina, la fienarola annuale, l'alga dollaro e alcune carici crescono bene in terreni compattati e/o continuamente bagnati. Il primo passo per gestire le erbe infestanti in una situazione del genere è alleviare la compattazione del suolo e/o la condizione di saturazione.

CONTROLLO DEI PARASSITI

I danni causati dai parassiti rendono il tappeto erboso più suscettibile alle infestazioni infestanti, creando spazi per l'insediamento delle erbe infestanti e riducendo la capacità competitiva del tappeto erboso. In particolare, il tunneling dei grilli talpa sconvolge la superficie del suolo, consentendo ai semi delle erbe infestanti di germogliare prontamente. Altri insetti e malattie possono rendere nude le aree del tappeto erboso. Queste aree aperte sono solitamente lente a riprendersi e consentono alle erbacce di stabilirsi e crescere rapidamente. Elevate popolazioni di nematodi, inoltre, assottigliano il tappeto erboso e lo rendono meno in grado di riprendersi dagli stress ambientali. Le erbacce che spesso si stabiliscono nel terreno infestato da nematodi includono l'euforbia maculata e il prezzemolo della Florida.

RISANAMENTO

È estremamente importante prevenire l'introduzione di erbacce nelle aree del prato. Se si può impedire l'insediamento delle erbe infestanti, le pratiche di controllo non sono necessarie. Le aree adiacenti alle aree erbose che sono difficili da falciare, come le file di recinzioni o le rive dei fossi, spesso supportano una popolazione di erbe infestanti. Queste erbacce normalmente producono semi che infestano il tappeto erboso vicino. Queste aree dovrebbero anche ricevere attenzione nella gestione delle erbe infestanti. Un'altra buona pratica è quella di lavare via i tosaerba e i decespugliatori utilizzati in aree infestate da erbacce prima di falciare o tagliare in aree prive di erbacce. Allo stesso modo, le motozappe devono essere pulite accuratamente prima e dopo l'uso per ridurre al minimo la dispersione dei semi delle erbe infestanti nel terreno. Gli sfalci del giardino che contengono erbacce devono essere smaltiti correttamente o compostati per ridurre la possibilità di contaminazione. Queste pratiche igienico-sanitarie sono importanti anche per prevenire l'introduzione di altre specie di tappeti erbosi, che potrebbero ridurre la purezza e la qualità del prato. Se è prevista una costruzione o una ristrutturazione, è importante utilizzare un terreno privo di erbacce. Quando si pianta, utilizzare solo semi certificati o zolle prive di erbacce per ridurre al minimo la diffusione delle erbacce. Non è irragionevole richiedere un tour dell'azienda agricola in cui verrà acquistata la zolla per ispezionare la qualità dell'erba.

CONTROLLO DELLE ERBE INFESTANTI

METODI

Come affermato in precedenza, è essenziale mantenere correttamente il tappeto erboso per ridurre al minimo l'invasione delle erbe infestanti. Se le erbacce si stabiliscono, sono disponibili diversi metodi di controllo.

Falciatura: molte erbacce annuali possono essere eliminate se vengono mantenute l'altezza e la frequenza di taglio adeguate. La falciatura prima della formazione della testa di seme delle erbe infestanti riduce anche le riserve di semi di erbe infestanti. Alcune erbacce, tuttavia, si stabiliscono facilmente al di sotto dell'altezza di taglio desiderata. La gestione di queste erbe infestanti richiede ulteriori metodi di controllo. Come regola generale, durante la falciatura, rimuovere solo un terzo della lama fogliare del tappeto erboso alla volta. In questo modo si mantiene una chioma del tappeto erboso che può crescere vigorosamente ombreggiando le erbacce e sopprimendone la crescita.

Estrazione manuale o rogueing: se sono presenti solo poche erbacce, è più semplice e meno dispendioso in termini di tempo rimuovere fisicamente la pianta, ma se le erbacce sono un problema importante, dovrebbero essere prese in considerazione altre alternative. Quando si estraggono a mano le erbacce, è fondamentale rimuovere le radici e le parti sotterranee per garantire che le erbacce non sopravvivano e producano nuovi germogli. Le erbacce come il prezzemolo della Florida e l'ascella della Virginia potrebbero richiedere l'uso di una piccola pala per scavare correttamente le radici.

Soffocamento: il soffocamento con materiale non vivente per escludere la luce è efficace in alcune aree in cui non viene coltivato il tappeto erboso, come aiuole, sentieri o vivai. I materiali utilizzati per questo includono pacciame, foglie, rocce e film plastico. Per essere efficace, è necessario un minimo di 2 pollici quando si utilizzano materiali di pacciamatura naturali. In alternativa, possono essere utilizzati tappetini sintetici impregnati di erbicidi. Questi forniscono un controllo delle infestanti a lungo termine se usati correttamente, ma è necessario prestare attenzione per ridurre al minimo il rischio che le radici delle piante desiderabili incontrino questi strati.

Erbicidi: un erbicida è qualsiasi sostanza chimica che ferisce o uccide una pianta. Gli erbicidi sono sicuri ed efficaci se vengono seguite le istruzioni sull'etichetta del prodotto. Le istruzioni sull'etichetta includono i tempi di applicazione, le dosi e i metodi di applicazione corretti. Il tempismo di applicazione dell'erbicida durante il ciclo di crescita della pianta è importante. Ad esempio, le erbe infestanti non controllate prima della formazione della testa di seme sono più difficili da controllare e sono in grado di depositare nuovi semi in futuro. Gli erbicidi sono classificati in base a come e quando controllano le erbe infestanti.

TIPI DI ERBICIDI

Selettivo: un erbicida selettivo controlla alcune specie di piante (erbe infestanti) senza compromettere seriamente la crescita di altre specie vegetali (tappeto erboso desiderato). La maggior parte degli erbicidi sono erbicidi selettivi. Gli erbicidi sono selezionati in base alle specie di tappeti erbosi (Tabella 1). Ciò semplifica l'applicazione perché l'erbicida può essere applicato sul tappeto erboso senza ferirlo.

Non selettivi: gli erbicidi non selettivi controllano le piante verdi indipendentemente dalla specie. Sono generalmente utilizzati per uccidere tutte le piante, ad esempio nella ristrutturazione o nella creazione di una nuova area erbosa, come trattamento spot o per tagliare lungo i marciapiedi. Il glifosato (Roundup), il glufosinato (Finale) e il diquat (Reward) sono esempi di erbicidi non selettivi. Questi erbicidi danneggiano il tappeto erboso. Pertanto, in un tappeto erboso consolidato, il loro uso è solitamente limitato alle applicazioni spot per le macchie infestanti, che devono essere seguite dalla risemina o dalla risemina dell'area trattata.

Contatto: gli erbicidi a contatto influiscono solo sulla porzione di tessuto vegetale verde a contatto con lo spray erbicida. Questi erbicidi non vengono traslocati o spostati nei sistemi vascolari delle piante. Pertanto, non uccidono le parti sotterranee delle piante, come rizomi o tuberi. Spesso sono necessarie applicazioni ripetute con erbicidi a contatto per uccidere la ricrescita di queste parti sotterranee della pianta. Esempi di erbicidi da contatto includono bentazon (Basagran), glufosinato (Finale) e diquat (Reward).

Sistemico: gli erbicidi sistemici vengono traslocati nel sistema vascolare della pianta. Il sistema vascolare trasporta le sostanze nutritive e l'acqua necessarie per la normale crescita e sviluppo. Gli erbicidi sistemici generalmente agiscono più lentamente e uccidono le piante per un periodo di giorni. Esempi di erbicidi sistemici includono il glifosato (Roundup), il 2,4-D, il dicamba (Banvel), l'imazaquin (Scepter), il metsulfuron (Bonus S) e il sethoxydim (Segment).

TEMPISTICA DI APPLICAZIONE

Due tipi di erbicidi, che differiscono in base ai tempi di applicazione, sono importanti nella gestione delle infestanti dei tappeti erbosi.

Pre-emergenza - Gli erbicidi di pre-emergenza costituiscono la base per un programma di controllo chimico delle infestanti nei tappeti erbosi e sono utilizzati principalmente per controllare le erbe annuali (ad esempio, granchio, erba spina e fienarola annuale) e alcune erbacce annuali a foglia larga (ad esempio, centauro comune, chamberbitter e erba da prato). Gli erbicidi di pre-emergenza vengono applicati prima della germinazione dei semi delle erbe infestanti. La conoscenza dei cicli di vita delle erbe infestanti è importante, soprattutto quando l'applicazione dell'erbicida è programmata per tentare il controllo pre-emergenza. Se la sostanza chimica viene applicata dopo l'emergenza della pianta, gli erbicidi di pre-emergenza hanno un effetto minimo o nullo. Questa finestra ristretta di tempi di applicazione è un potenziale svantaggio per molte aziende di cura del prato e proprietari di case, che spesso aspettano troppo tardi in primavera per applicare l'erbicida di pre-emergenza. Una regola generale per l'applicazione di erbicidi di pre-emergenza è il 1° febbraio nel sud della Florida, il 15 febbraio nella Florida centrale e il 1° marzo nel nord della Florida, o prima se le temperature diurne raggiungono i 65°F-70°F per 4 o 5 giorni consecutivi. Questi tempi di applicazione coincidono generalmente con la fioritura di piante da paesaggio, come azalea e corniolo. Se l'erba spina è la specie infestante principale prevista, attendere 3-4 settimane più tardi rispetto a queste date di applicazione suggerite, perché l'erba spina germina più tardi rispetto alla maggior parte delle erbe annuali estive.

Per il controllo pre-emergenza delle erbacce annuali invernali come la fienarola annuale (Poa annua), applicare un erbicida quando le temperature notturne scendono a 55°F-60°F per diversi giorni consecutivi (inizio ottobre per la Florida settentrionale; da fine ottobre a inizio novembre per la Florida centrale e meridionale). L'irrigazione prima e dopo l'applicazione è necessaria per attivare la maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza. Gli erbicidi di pre-emergenza sono generalmente efficaci nel controllo delle erbe infestanti da 6 a 12 settimane dopo l'applicazione. La maggior parte degli erbicidi inizia a degradarsi subito dopo l'applicazione se esposta all'ambiente. Pertanto, per ottenere un controllo per tutta la stagione, un'ulteriore applicazione dovrebbe seguire 6-9 settimane dopo quella iniziale secondo le indicazioni dell'etichetta.

Nota: Sulle aree in cui deve essere stabilito il tappeto erboso (comprese le zolle e le aree di semina invernale), la maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza non dovrebbe essere utilizzata 2-4 mesi prima della semina. In caso contrario, potrebbero verificarsi danni alle radici e riduzione della germinazione del seme del tappeto erboso.

Post-emergenza: gli erbicidi post-emergenza sono attivi sulle erbe infestanti emerse. La dimensione dell'infestante è molto importante per una corretta azione dell'erbicida. Generalmente, più giovane è la piantina di erba, più facile è controllarla. Se gli erbicidi vengono spruzzati quando le erbacce sono mature, sono necessarie dosi elevate per ottenere il controllo, il che aumenta il rischio di lesioni al tappeto erboso. L'efficacia dell'erbicida post-emergenza si riduce quando l'infestante è sottoposta a stress da siccità, stress da freddo, ha iniziato a produrre semi o viene falciata prima che la sostanza chimica abbia il tempo di agire (diversi giorni dopo l'applicazione). Evitare l'applicazione quando esistono queste condizioni di crescita.

MISCELE DI FERTILIZZANTI/ERBICIDI

Molti erbicidi sono formulati con un fertilizzante come vettore. Le miscele di fertilizzanti/erbicidi consentono un trattamento "weed-n-feed" nella stessa applicazione al tappeto erboso. Questi materiali dovrebbero essere utilizzati solo quando un prato ha una popolazione di erbacce uniforme. Se le erbacce sono presenti solo su una porzione del prato, potrebbe non essere necessario applicare un prodotto "weed-n-feed" su tutto il prato. Se la situazione giustifica l'uso di un prodotto "infestante e mangime", è importante determinare se il tasso di applicazione raccomandato dal produttore fornisce la quantità di fertilizzante necessaria per il tappeto erboso e la quantità di erbicida necessaria per il controllo delle infestanti. Possono essere necessarie applicazioni supplementari di fertilizzante o erbicida se il fertilizzante/erbicida non fornisce abbastanza fertilizzante o erbicida per soddisfare le esigenze di fertilità del tappeto erboso o la quantità di erbicida necessaria per il controllo delle infestanti. I prodotti "weed-n-feed" dovrebbero essere evitati nel nord della Florida per il controllo delle erbacce annuali estive per la prima applicazione. La tempistica dell'erbicida di pre-emergenza (1 marzo) non coincide con la tempistica consigliata per la prima applicazione di fertilizzante della stagione (15 aprile). I fertilizzanti/erbicidi per tappeti erbosi devono essere usati con cautela vicino alle piante ornamentali. I prodotti contenenti dicamba, metsulfuron o atrazina possono essere assorbiti dalle radici delle piante ornamentali e causare gravi lesioni. Non applicare prodotti che contengono queste sostanze chimiche sulla zona radicale di alberi e arbusti ornamentali.

ADIUVANTI

Un coadiuvante è un additivo spray che migliora le prestazioni o le caratteristiche di manipolazione di un erbicida. I coadiuvanti includono tensioattivi, oli vegetali e concentrati di olio vegetale, che se usati indiscriminatamente possono causare gravi lesioni al tappeto erboso o ridurre le prestazioni dell'erbicida. Questi additivi non migliorano le prestazioni degli erbicidi di pre-emergenza e vengono utilizzati solo con erbicidi di post-emergenza assorbiti attraverso la foglia. L'etichetta dell'erbicida indicherà se è necessario un additivo spray.

CONTROLLO DELLE INFESTANTI PRIMA DELL'INSEDIAMENTO DEL TAPPETO ERBOSO

Un erbicida non selettivo dovrebbe essere utilizzato per uccidere le erbacce esistenti come la gramigna contaminante o la nocciola, che devono essere sradicate prima dell'insediamento dell'erba. Questi erbicidi non selettivi controllano solo le piante emerse. Per ottenere i migliori risultati, applicare due trattamenti di un erbicida non selettivo a distanza di 14 giorni l'uno dall'altro.

AREE SEMINATE

Non applicare erbicidi di pre-emergenza prima o immediatamente dopo la semina di graminacee come gramigna, bahiagrass, millepiedi o loietto (semina invernale). A causa delle loro modalità d'azione di potatura delle radici o uccisione delle piantine, gli erbicidi di pre-emergenza possono essere applicati solo dopo che le erbe seminate sono emerse e sono ben consolidate. Una regola empirica per la tempistica è quella di effettuare un'applicazione dopo che le erbe desiderate sono alte 2-3 pollici o hanno iniziato a diffondersi da corridori (stoloni). A questo punto, l'erbicida di pre-emergenza può essere applicato alla metà della normale velocità di applicazione. Gli erbicidi post-emergenza possono anche essere applicati a metà della velocità nella stessa fase di crescita. Se è stato applicato un erbicida di pre-emergenza, attendere 9 settimane prima di tentare la semina. Utilizzare una piccola area di prova per determinare quando i residui di erbicidi consentono la crescita delle piantine.

AREE SPRIGGED, FRADICIE O OSTRUITE

Dopo la semina, gli erbicidi di pre-emergenza possono essere applicati alla metà della normale dose raccomandata per le graminacee consolidate a seguito di segni di nuova crescita. L'acqua deve essere applicata immediatamente sulle aree trattate per attivare l'erbicida. Se l'erbicida non viene applicato subito dopo la semina, le piantine di erbe infestanti emergeranno e non saranno influenzate dagli erbicidi di pre-emergenza. Se viene applicata più della metà della dose di erbicida raccomandata, la potatura delle radici può causare il tappeto erboso. Gli erbicidi post-emergenza, in generale, non dovrebbero essere applicati fino a quando l'erba non cresce e si diffonde visibilmente. La falciatura aiuta a controllare la maggior parte delle erbacce a foglia larga fino a quando il prato non è ben consolidato. L'irrorazione puntuale delle erbacce dovrebbe essere praticata fino a quando non si verifica l'insediamento.

CONTROLLO DELLE INFESTANTI NEI TAPPETI ERBOSI CONSOLIDATI

CONTROLLO DELLE INFESTANTI DI PRE-EMERGENZA

Nei tappeti erbosi consolidati, i membri della famiglia degli erbicidi dinitroanilina (ad esempio, oryzalin [Surflan], benefin e trifluralin [Team Pro], prodiamina [Barricade] o pendimethalin [Pendulum, Pre-M]) controllano l'erba annuale e alcune specie di erbe infestanti a foglia larga quando vengono applicate prima della germinazione dei semi di erbe infestanti. Bensulide (Bensumec) e ditiopyr (Dimension) forniscono anche il controllo annuale di pre-emergenza dell'erba e delle latifoglie. L'atrazina e l'isoxaben (Galleria) forniscono principalmente il controllo pre-emergenza delle infestanti a foglia larga. Tutti questi erbicidi devono essere attivati con irrigazione o pioggia moderata entro 2 giorni dall'applicazione in modo da essere a diretto contatto con i semi in germinazione e le piantine di erbe infestanti emergenti. Se il terreno è asciutto, il loro effetto diserbante è notevolmente limitato. D'altra parte, se il tappeto erboso è eccessivamente irrigato, la maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza verrà spostata al di sotto dello strato di terreno dove si trovano i semi delle erbe infestanti in germinazione, riducendo il controllo delle infestanti.

CONTROLLO DELLE INFESTANTI POST-EMERGENZA

Controllo delle infestanti a foglia larga: le erbe infestanti a foglia larga nei tappeti erbosi sono state tradizionalmente controllate con membri della famiglia degli erbicidi fenossici (ad esempio, 2,4-D, MCPA e mecoprop) e della famiglia degli erbicidi dell'acido benzoico (ad esempio, dicamba). Tutti sono erbicidi selettivi, sistemici, applicati per via fogliare; Poche erbacce a foglia larga, soprattutto perenni, vengono controllate con uno solo di questi materiali. Pertanto, questi materiali si trovano comunemente nelle miscele di erbicidi a tre vie, come Trimec Southern, Ortho Weed-B-Gon MAX e Spectracide Weed Stop per prati. Anche i prodotti contenenti metsulfuron (ad es. Bonus S) possono fornire un controllo efficace delle infestanti a foglia larga. Inoltre, le applicazioni ripetute distanziate di 10-14 giorni l'una dall'altra sono solitamente necessarie per un controllo soddisfacente delle infestanti con uno qualsiasi degli erbicidi sopra menzionati.

Controllo delle erbe infestanti: il controllo post-emergenza delle erbe infestanti è una sfida importante perché pochi prodotti selettivi per il tappeto erboso uccidono anche questo tipo di erbaccia. Per questo motivo, il controllo pre-emergenza è fondamentale per una gestione efficace delle erbe infestanti. Tuttavia, alcune alternative possono essere utilizzate quando è necessario il controllo post-emergenza. Nel millepiedi, il controllo delle infestanti delle graminacee può essere ottenuto con sethoxydim, un erbicida venduto con il nome commerciale Segment. Inoltre, i materiali contenenti atrazina (ad esempio, Hi-Yield Atrazine Weed Killer e Ortho's Weed B Gon) aiutano a controllare le giovani erbacce erbacee con l'ulteriore vantaggio di controllare molte giovani erbacce a foglia larga in St. Augustinegrass e millepiedi.

Controllo delle noci - Le noci gialle e viola (spesso chiamate impropriamente noci grasse) sono le specie infestanti predominanti nei tappeti erbosi. Altri membri più locali del genere Cyperus includono la carice annuale o d'acqua, la kyllinga perenne e annuale, la carice globosa, la carice del Texas, la carice a testa piatta e la carice cilindrica. Anche il sentiero o il giunco snello, un membro della famiglia dei giunchi (Juncus), può verificarsi in alcune situazioni erbose. Queste erbe infestanti generalmente prosperano in terreni che rimangono umidi per lunghi periodi di tempo a causa di uno scarso drenaggio o di un'irrigazione eccessiva. Il primo passo nel controllo delle noci è quello di correggere la causa dei siti continuamente bagnati. Non irrigare eccessivamente un'area e, se necessario, fornire un drenaggio superficiale e sotterraneo. Il controllo selettivo della nocciola gialla è disponibile con il bentazon, un erbicida che si trova in prodotti come Basagran T/O. Il bentazon è un materiale di contatto, il che significa che controlla solo le porzioni delle erbe infestanti trattate con esso. La copertura completa delle erbe infestanti è quindi necessaria per una maggiore attività del bentazo. Anche con una buona copertura erbicida, la ricrescita avviene normalmente dalle radici e dai tuberi e sono necessarie applicazioni ripetute. La nocciola viola può essere controllata con erbicidi contenenti alosulfuron o imazaquin, venduti rispettivamente come SedgeHammer e Image o Scepter. Come per il bentazon, sono necessarie applicazioni ripetute, possibilmente per diversi anni, per controllare tutte le parti riproduttive sotterranee della nocciola viola. Questi erbicidi controllano anche altre carici meno aggressive (ad esempio, cresta di gallo e kyllinga verde, carice annuale) e possono essere utilizzati nella maggior parte delle specie di tappeti erbosi della stagione calda.

PROCEDURE DI CANDIDATURA

Dosi corrette: per evitare lesioni (ad es. ingiallimento, imbrunimento, arresto della crescita) a tappeti erbosi e piante ornamentali, applicare la giusta dose di erbicida. Delimita aree di 1.000 piedi quadrati per applicare erbicidi. Applicare erbicidi in 1/2-1 gallone d'acqua per 1.000 piedi quadrati (circa 20-40 galloni per acro).

Applicatori: per una maggiore precisione dell'applicazione, gli spruzzatori a pressione d'aria sono preferiti rispetto agli spruzzatori a estremità del tubo. Per gli erbicidi formulati come granulari, utilizzare uno spandiconcime e calibrare correttamente.

Deriva del vapore: la deriva del vapore volatile dagli esteri 2,4-D o la deriva dello spruzzo dalle ammine 2,4-D, dal dicamba o da altri composti fenossici o dell'acido benzoico possono danneggiare piante sensibili come piante ornamentali, alberi, ortaggi o frutti. Le forme amminiche di erbicidi fenossiici possono essere utilizzate con maggiore sicurezza vicino a piante sensibili, ma è comunque necessario prestare attenzione.

Attrezzatura: non applicare insetticidi, fungicidi o altri erbicidi con le attrezzature utilizzate per il 2,4-D perché è difficile rimuovere questo erbicida dalla maggior parte degli spruzzatori.

INFORMAZIONI GENERALI SUI PESTICIDI

Etichette: osservare tutte le indicazioni, le restrizioni e le precauzioni riportate sulle etichette dei pesticidi. È pericoloso, dispendioso e illegale fare altrimenti. Prestare particolare attenzione alle informazioni sull'intervallo di ingresso limitato (REI). I prati domestici hanno un elevato traffico di bambini e animali domestici, quindi è importante assicurarsi che non entrino nell'area trattata durante il REI. Per alcuni erbicidi, l'etichetta specifica che l'erbicida non è destinato all'uso da parte dei proprietari di case. In questi casi, un applicatore di pesticidi autorizzato dovrebbe spruzzare l'erbicida (Tabella 2).

Conservazione: conservare i pesticidi dietro porte chiuse a chiave in contenitori originali con l'etichetta intatta, separati da semi e fertilizzanti.

Dosaggio: utilizzare pesticidi al dosaggio corretto e a intervalli tra le applicazioni per evitare residui illegali o lesioni a piante e animali.

Risciacquo: risciacquare tre volte un contenitore che è stato svuotato nel serbatoio di spruzzatura. Non versare mai pesticidi in uno scarico o in un'area in cui potrebbero essere esposti esseri umani, animali o acqua.

Smaltimento: smaltire i contenitori usati in conformità con le indicazioni riportate sull'etichetta per evitare la contaminazione dell'acqua e altri pericoli.

Indumenti: indossare sempre indumenti protettivi quando si applicano pesticidi. Come minimo, indossa una maglietta a maniche lunghe, pantaloni a gamba lunga, guanti di gomma, stivali, protezione per gli occhi e un cappello a tesa larga. Non andare mai a piedi nudi o indossare sandali. Sull'etichetta del pesticida possono essere elencati ulteriori dispositivi di protezione.

Manipolazione: non mangiare, bere o utilizzare prodotti del tabacco quando si maneggiano pesticidi e lavare sempre con acqua e sapone dopo l'uso.

Tabella 1.

Erbicida per la gestione delle erbe infestanti del prato dei proprietari di casa.

Tabella 2.

Esempi di prodotti erbicidi commerciali per la gestione delle erbe infestanti del prato domestico.

 

Valutazione: 5 stelle
1 voto

Aggiungi commento

Commenti

Non ci sono ancora commenti.